Che gioia vedervi aumentare Amiche care del blog!
E che fatica questo blog!!!
Non voglio scrivervi cose banali, nè postare solo foto di matrimoni americani bellissimi ed irrealizzabili a casa nostra, vorrei che qui trovaste cose interessanti, ma non è che le cose interessanti siano tante da riempire pagine e pagine ogni giorno…

Comunque, scritto questo per abbozzare una mia difesa in merito al fatto di non scrivere spessissimo e poichè, come sempre, cerco di riportare nel blog “fatti della vita reale di una wp”, vi racconto che ieri pomeriggio sono stata, con una futura sposina, in uno degli atélier di abiti da sposa che prediligo: si tratta di Mariage Haute Couture, azienda fiorentina che ha un atélier in centro a Milano.
Il posto è incantato: elegante, con colori soft, il parquet che scalda, in un palazzo d’epoca con splendido giardino interno…insomma, un luogo un po’ fiabesco…e le persone….le persone che lo gestiscono…di un’eleganza, una sobrietà, una professionalità straordinarie….

Come potete immaginare io di atèlier ne visito parecchi. Anche quando la sposa ha già individuato l’abito che desidera perchè lo vuole di una certa “firma” e non richiede il mio intervento, io l’accompagno ugualmente ad una delle prove per vedere l’abito che ha scelto e poterlo inserire ad hoc nel contesto delle altre decisioni.
Quindi ho a che fare con diverse titolari, stiliste, vendeuse, sarte…bè, vi posso dire che le doti che incontro da Mariage raramente le incontro in altri posti.

Insomma, ieri sono stata in questo luogo che tanto amo e, come sempre, mi sono persa fra le organze, i pizzi e gli chiffon…colpita da un abito corto e delizioso!
Vi ho già parlato qualche settimana fa della mia passione per lo stile vintage e oggi vi accenno a quella per i celebri Sixities, insomma ieri mi è presa la fissa degli abiti da sposa corti!

Non sono facilissimi da portare e vanno ben contestualizzati, tuttavia io non penso che vadano “relegati” ai matrimoni civili: ci sono abiti da sposa corti portabilissimi anche per le nozze più tradizionali, ecco qualche esempio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *