Caveman: per capirsi di più (e litigare di meno!)

Caveman: per capirsi di più (e litigare di meno!)

Come vi ho anticipato un paio di venerdì fa, in serata avevo un impegno di lavoro: un invito a teatro.
Una gentilissima pr del teatro Derby di Milano, storico cabaret, mi ha invitata a vedere Caveman, l’uomo delle caverne, il monologo più longevo della storia di Broadway, spettacolo tradotto in 15 lingue,  prodotto in 30 Nazioni e visto da 8 milioni di spettatori nel mondo.
Domanda lecita: Perché invitare una wedding planner a vedere questo spettacolo (e perché lei ci va, visto che si lamenta che ha sempre mille cose da fare??) Perché Caveman è uno spettacolo per le coppie: esso affronta il tema del rapporto uomo – donna!
Lo show è divertentissimo, geniale, veritiero e soprattutto molto istruttivo per chiunque viva in una coppia; il testo si basa su 3 anni di studi antropologici, psicologici, mitologici e sociologici ed è stato scritto dal commediografo statunitense Rob Becker: il risultato è un monologo esilarante, portato in scena da un uomo (l’ottimo Maurizio Colombi), ma in un’ottica nient’affatto maschilista, uno spettacolo che spiega, con ragioni quasi scientifiche, le cause dei comportamenti “tipici” di ciascun sesso e che immancabilmente irritano l’altro.
Uno show divertente, ma anche in grado di far riflettere e di far finire in una risata qualche discussione fra marito e moglie.
Così, dopo lo show, io, entusiasta per quanto avevo visto, e Chiara, la gentilissima pr del Derby, abbiamo pensato di dedicare un’offerta speciale alle “nostre” coppie: gli sposi de Le Mille e una Nozze avranno uno sconto sul biglietto d’ingresso allo show, mentre le coppie che hanno visto Caveman e vorranno sposarsi con una mia consulenza, avranno diritto ad uno sconto purché si presentino con il biglietto dello spettacolo.
PS: lo spettacolo sarà in scena fino a maggio, con date da definire (non solo fino al 9 maggio come indicato nella locandina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *