Cecilia e Alessandro – il mood e la chiesa

Cecilia e Alessandro – il mood e la chiesa

Stampati coordinati

Questi sono i miei post preferiti!
Ed anche i vostri, lo so e lo vedo dal numero delle visualizzazioni.

Sono i post in cui posso mostrarvi il frutto del mio lavoro!

Cecilia ed Alessandro mi hanno incontrata alla Fiera degli Sposi di Pavia a ottobre 2010.
Sì, proprio una di quelle fiere che non portano -quasi- mai risultati!
Quell’anno è stata la mia ultima esperienza fieristica e mi ero presentata con uno stand super minimal, proprio per far vedere agli sposi che il mio stile è semplice, pulito, essenziale, ma la mia esperienza è tutta a servizio degli sposi, perchè nel giorno delle nozze io voglio realizzare il loro sogno!
E Cecilia e Alessandro hanno colto in pieno il mio messaggio!!

Sono venuti da me a dicembre dell’anno scorso, durante le vacanze di Natale.
Una storia romantica la loro, un grande amore di quelli non sdolcinati e melensi, ma di quelli forti e testardi…un po’ come loro, ecco!

Ricordo bene che in occasione del primo incontro Cecilia disse due cose che mi colpirono molto.
La prima era che non avevano visto e non intendevano vedere altre wedding planner, il mio stile minimale ed elegante li aveva colpiti e aveva conservato il mio biglietto da visita sicura che, se mai quel matrimonio ci sarebbe stato, l’avrei organizzato io (e sono soddisfazioni! sì!!).
La seconda, appunto, che non era certa il matrimonio ci sarebbe stato! Dopo che Alessandro le aveva chiesto di sposarlo, lei si era presa tempo per riflettere, almeno fino a dopo le vacanze di Natale (tosta la ragazza, eh?!).

Bè, avete capito com’è andata a finire!
Cecilia ha accettato, altrimenti non ci sarebbe questo post 😉

E le nozze si sono celebrate il 15 settembre 2012.

Cecilia ha origini indiane e da fin da quando abbiamo iniziato a parlare degli allestimenti, mi ha detto che avrebbe amato qualcosa di colorato, allegro, che potesse richiamare un pochino la sua terra d’origine, insomma non voleva un matrimonio “normale” (che poi quale matrimonio si può definire “normale”?? Ogni matrimonio è unico e speciale!) nemmeno negli allestimenti e nei colori.

Ho trascorso ore piacevolissime alla ricerca di ispirazioni che strizzassero l’occhio all’India e poi le ho declinate in modo, il più possibile, delicato perchè il matrimonio di Cecilia e Alessandro si sarebbe svolto sui colli piacentini e non in un contesto esotico! E perchè, giustamente, il desiderio degli sposi era quello di un evento che “strizzasse l’occhio all’India” e non che fosse la brutta imitazione di un matrimonio indiano.

A cominciare dalle partecipazioni e gli stampati, ho scelto due soli colori dominanti, il fuxia e l’arancione, declinati in motivi floreali, ispirati a disegni originali indiani.
Ecco il risultato

Chi segue il blog sa quanta importanza rivestano le partecipazioni e gli inviti neli matrimoni che organizzo: sono la prima indicazione che si fornisce ad amici e parenti su come saranno le nozze…e quindi è importante che siano assolutamente in stile con il resto dell’evento stesso.

Come accennavo qui sopra, tutta questa “indianità” che avevamo scelto per il mood, andava collocata nei colli piacentini, la location scelta per Cecilia e Alessandro è una cantina vitivinicola che affaccia sui colli aprendo ad un panorama meraviglioso.
Oltre alla bellezza, Torre Fornello ha un’altra caratteristica preziosa: la comodità della chiesa attigua alla location, che sapete essere una delle mie caratteristiche preferite nella top 10 delle caratteristiche che una location dovrebbe avere 😉

Per non caricare troppo la chiesa, abbiamo scelto delle composizioni formate da garofanini negli stessi colori scelti per gli stampati ed i dettagli

E Cecilia ha scelto un abito di Poesie Sposa decorato con ricami e swaroski di colore bianco candido, che faceva risaltare la sua pelle ambrata.

Il numero piuttosto esiguo degli ospiti, 50 persone, era dovuto all’estrema cura con cui Cecilia e Alessandro desideravano fossero tutti trattati e questo mi ha consentito di poter spaziare negli allestimenti della location e di usare gli spazi in totale libertà…una vera pacchia, insomma!!

Una pacchia che però vi mostrerò nel prossimo post, prometto prima di Natale!
Buona serata,
Ila

Ecco gli attori di questo splendido evento
Sposi: Cecilia e Alessandro
Wedding planner e stationnary: Le Mille e una Nozze
Catering: Sorsi e Bocconi
Location: Torre Fornello, Ziano Piacentino (PC)
Flower: Il Castello di Foglie, Piacenza
Abito Sposa: Poesie Sposa, Piacenza

3 Comments

  1. http://www./ ha detto:

    Das bringt überhaupt nichts, da Schulden und Guthaben dann immer noch im selben Verhältnis stehen.Wenn du Schulden vernichten willst, musst du gleichzeitig Guthaben vernichten.

  2. http://www./ ha detto:

    thanks for your kind words. I roasted them to give it a ‘Khamang’ taste, as we call it in marathi (the smell and flavour you get after roasting peanuts, Rava Poha etc..) No other reason

  3. If I were a Teenage Mutant Ninja Turtle, now I’d say “Kowabunga, dude!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *