Lo stile di un wedding planner

Lo stile di un wedding planner

Buongiorno Amiche del blog,
il post di oggi è rivolto prevalentemente agli sposi in cerca di un wedding planner e indecisi su come scegliere.

Tutto è nato da una chiacchierata amichevole con alcune colleghe-amiche (eh già, perché in questo ambiente fatto di donne imprenditrici intelligenti, c’è spazio anche per l’amicizia, gli scambi di ricette e le discussioni intelligenti) e dal confronto con l’architetta (certo, donna pure lei!) con cui collaboro per alcuni allestimenti: durante entrambi questi scambi di pensiero siamo finite a parlare dello stile di un wedding planner.

Doverosa premessa: il wedding planner, per come lo intendo io e per come svolgo il mio lavoro, è quel consulente che mixa creatività e logistica per organizzare il miglior matrimonio possibile. Ovvero io vi offro le mie idee (se non ne avete, o vi aiuto a perfezionarle se già le avete) e poi vi aiuto a realizzarle, con i fornitori più bravi e più adatti a voi e al vostro budget!

Ciò detto, un wedding planner deve avere un proprio stile oppure no?

Lo stile del wp si deve riconoscere nei matrimoni che fa oppure no?

E se uno non ha uno stile definito, si può definire wp?

3 matrimoni Le Mille e una Nozze: minimal in un loft, elegante e semplice in un ristorante stellato, spettacolare e rosa in una villa d'epoca

3 matrimoni Le Mille e una Nozze: minimal in un loft, elegante e semplice in un ristorante stellato, spettacolare e rosa in una villa d’epoca

So che all’apparenza paiono domande pleonastiche e irrilevanti, so che le coppie che mi scelgono lo fanno sì perché ho fatto buoni lavori prima, ma anche per questioni di empatia e talvolta di budget, ma in sostanza dietro a questa domanda c’è gran parte del mio lavoro e del modo di svolgerlo, quindi credo che così irrilevante non sia e valga la pena di dedicare un post all’argomento.

I matrimoni di Miccio, per fare un esempio che tutti conoscono, hanno a mio avviso uno stile ben preciso. Sono molto ricchi di elementi decorativi e baroccheggianti, sono pieni di allestimenti, usano spessissimo le rose ed hanno di sovente sviluppi verticali.

Se guardo le foto dei miei matrimoni non c’è uno stile così definito. Io trovo che abbiano dei denominatori comuni, che siano poco sfarzosi ed eleganti, ma non credo che questo si possa definire “stile”.
In questi 7 anni ho lavorato in varie tipologie di location e cambiato numerosi fornitori, cerco sempre di adattarmi alla cornice in cui il matrimonio si svolge, ma anche quando mi succede di lavorare per la seconda volta in un posto, cerco di vederlo come fosse la prima, senza precludermi possibilità o esplorazioni.

due sweet corner targati Le Mille e una Nozze

due sweet corner targati Le Mille e una Nozze

Non ho fatto matrimoni vintage, né shabby chic, tendenze che negli ultimi anni hanno dominato i wedding blog e gli shooting ispirazionali, non ho mai proposto questi stili perché li trovavo, per l’appunto, un po’ troppo sfruttati e anche perché nessuna coppia me l’ha mai chiesto direttamente.
Per il 2014 sto lavorando ad un matrimonio che invece avrà, in parte, questo tema, e sto cercando di fare agli sposi delle proposte originali e innovative…non so se ci riuscirò! Me lo direte voi, ma intanto io sto lavorando in questa direzione.
Ecco, ciò che sto facendo è cercare di portare un mio stile nelle loro nozze…

due allestimenti di tavola molto differenti fra loro, fresco e colorato il primo, elegante e sofisticato il secondo. Colori ed elementi diversi creano effetti molto spettacolari

due allestimenti di tavola molto differenti fra loro, fresco e colorato il primo, elegante e sofisticato il secondo. Colori ed elementi diversi creano effetti molto spettacolari

Lo stile “lemilleeunanozze” è semplice e innovativo, elegante e non eccessivo.
Non saprei e non vorrei definirlo più di così.
Queste sono le caratteristiche che voglio proporre in ogni evento che organizzo, senza esprimere troppo il mio gusto né la mia personalità: voglio che emergano le caratteristiche degli sposi.

Desidero lavorare a servizio degli sposi senza forzature e collaborare con fornitori diversi da scegliere di volta in volta, perché nella scelta di uno stile da riproporre vedo il rischio di lavori ripetitivi e poco originali.

 

E voi che ne pensate?
Preferite un wedding planner “specializzato” oppure meno improntato su lavori già noti e che ami più spaziare?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *