matrimoni speciali

matrimoni speciali

Qui nel blog credo di non averne mai parlato, ogni tanto  l’ho fatto sulla pagina facebook oppure attraverso l’account di twitter, ma è un argomento che mi sta particolarmente a cuore, e si tratta delle nozze per  le coppie omosessuali.

Io organizzo cerimonie simoboliche per coppie gay con allestimenti all’americana e scambi delle promesse. E’ la stessa cosa che talvota si fa per le coppie eterosessuali che desiderano celebrare il matrimonio in ville o location non preposte…certo che, mentre gli eterosessuali possono, prima o dopo, recarsi in Comune e convalidare le proprie nozze rendendole valide a tutti gli effetti di legge, gli omosessuali non hanno questa possibilità.

E così l’evento che io organizzo ha il solo scopo di offrire a chi lo desidera la possibilità di rendere la propria unione un evento sociale e di impegnarsi davanti ad amici e parenti nei confronti del proprio compagno o della propria compagna.
Personalmente io vorrei che la possibilità di unirsi in matrimonio fosse data a tutti i cittadini Italiani, riconoscendo a tutti pari diritti.

Vi prego di guardare la dolcezza di questo video che mi ha consigliato il mio amico Alessandro.

Fortunatamente accade sempre più spesso che i Paesi occidentali promulghino leggi che consentano matrimoni fra persone dello stesso sesso, l’estate scorsa ha fatto gran clamore lo stato di New York, ed è di pochi giorni fa la notizia che in Danimarca, dove le unioni civili sono già legali, c’è un disegno di legge per poter celebrare le nozze gay anche di fronte alla Chiesa luterana di Stato.

Blu scuro: Riconoscimento del matrimonio omosessuale
Azzurro: Riconoscimento delle unioni civili
Giallo: Materia oggetto di discussione parlamentare
Grigio: Nessun riconoscimento o dati non disponibili
Rosso: La costituzione definisce matrimonio solo l’unione tra un uomo e una donna
(Wikipedia)

L’Italia è davvero indietro da questo punto di vista! Ahimè.

Io non ne faccio una questione politica, religiosa o morale (e nemmeno di business!!): per me è solo una questione di diritti dei cittadini, ovvero di possibilità per tutti di avere i diritti che il matrimonio garantisce.

Il matrimonio per me è un impegno.
Che sia religioso o civile. Che si creda sia “per sempre” o che si pensi al divorzio come scappatoia.
Il matrimonio civile non ha valore religioso. Questa è l’unica differenza.
Ed il matrimonio civile è un contratto, con diritti e doveri, quindi credo siano inutili “pacs”, “unioni di fatto”, accordi vari per tutelare due persone….esiste già il matrimonio!

Ed io sono qui, pronta, con dei bellissimi caketopper che non aspettano altro che tante belle coppie gay da sposare!

3 Comments

  1. Fatamadrina ha detto:

    Sottoscrivo al duemila per cento.

  2. Sottoscrivo anche io. Il matrimonio alle coppie di gay e lesbiche non toglie nulla a nessuno, mentre offrirebbe loro garanzie ed impegni che potrebbero migliorare le loro vite. Perchè limitare la libertà degli altri? La fotografa che ha fatto il mio servizio fotografico al matrimonio, sta cercando una coppia (posibilmente lesbica, ma non necessariamente) da intervistare per XL (inserto di Repubblica) che abbia fatto una cerimonia come l’hai descritta tu nel post. Ne conosci qualcuna? Valeria – SNC

  3. Che piacere avere il vostro appoggio, Colleghe!
    Valeria, sì ne conosco però due ragazzi anzichè due ragazze…provo a chiedere e ti scrivo in pvt. Che bello sarebbe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *