Matrimonio d’Inverno

Era il 18 di dicembre il mio ultimo matrimonio del 2010…un freddo esagerato!
Una giornata gelida ma splendida: neve per terra, sugli alberi e sui tetti, cielo azzurro e soleggiato, aria limpida, quasi di montagna anche qui nella Pianura Padana: proprio quello che Michela e Ivan desideravano per il “loro” giorno!
Michela ed Ivan sono giovani e deliziosi.
Il nostro primo appuntamento è stato il 7 di agosto in una Piacenza calda caldissima: loro stavano partendo per le vacanze, ma avevano deciso di sposarsi e volevano affidarmi l’incarico prima di partire!
Mi sono apparsi subito clienti con le idee chiare: sapevano bene ciò che desideravano per il loro matrimonio e non hanno mai avuto esitazioni, mai un capriccio, mai un nervosismo sfogato su di me (come spesso accade!!).
Scartato immediatamente il tema del Natale, un po’ scontato per un matrimonio dicembrino!, ho proposto a Michela ed Ivan di giocare con la lana: una specie di filo d’Arianna che è stato declinato in tutte le voci del matrimonio.
Io avrei fatto tutto bianco, magari con fili d’argento, ma Michela mi ha chiesto che i colori fossero due, il bianco e il blu: e così è stato!
Per le partecipazioni, i menu, il tableau abbiamo ideato dei “fiocchi di lana” realizzati a mano che potessero fare da liet motiv, ma anche essere un ricordo per le amiche della sposa: i fiocchi si potevano staccare ed utilizzare come spille da portare su sciarpe, cappelli, baveri di giacche…una delizia per le giovani e modernissime amiche di Michela.
Le Partecipazioni chiuse con il fiocco di lana
Partecipazione/Invito
Composizione in Chiesa
Il matrimonio si è celebrato in chiesa a Casalpusterlengo (LO); gli addobbi floreali scelti erano semplici, piccoli, ma disposti su tutte le panche, in modo da non far sembrare la chiesa spoglia. E poi ripresi nel tema delle sfere, 3 sfere che tornavano in varie posizioni, composte da rose, muschio e velo da sposa.
Passatoia blu, libretti sulle panche e fazzoletti di carta a tema wedding per le più sensibili completavano la decorazione.
La cerimonia è stata accompagnata da un quartetto d’archi e una voce ha intonato l’Ave Maria.
All’uscita dalla chiesa gli invitati hanno trovato ad attenderli cestini contenenti petali blu e anche conetti con il riso benaugurale mescolato a fiocchi di neve di carta blu da lanciare agli sposi.
Il bouquet di Michela, come vuole la tradizione è stato scelto da Ivan: ranuncoli bianchi con il manico avvolto nel tulle blu e mille swarosky a dare luce all’impugnatura.
Il momento del lancio del bouquet
L’abito di Michela, un Aimèe Montenapoleone, era una nuvola soffice nella parte inferiore, mentre un bustier tipico di Aimèe nella parte superiore. Le spalle erano coperte da un copri spalle di volpe per la cerimonia, mentre un anello di morbido cachemire  scaldava la sposa al ricevimento!
Personalmente io trovo perfetto il tulle nelle gonne da sposa per l’inverno: esso dà quell’idea di leggerezza, morbidezza ed eleganza che si abbina perfettamente con il freddo.
Infine, Michela, aveva il viso incorniciato da un’acconciatura molto rock che smorzava un po’ il romanticismo dell’insieme e dava un tocco glam perfettamente in linea con la sua persona.
Michela all’arrivo in chiesa
Michela e Ivan all’ingresso del ristorante
Visto che il loro tema del cuore è stato quello della montagna, abbiamo attribuito a tutti i tavoli i nomi di famose località sciistiche, e per il tableau abbiamo utilizzato un bellissimo albero bianco che abbiamo posto all’ingresso della sala del ristorante.
L’Albero Tableau
I centritavola floreali, piccoli e ognuno con il nome di una celebre località montana
Un posto tavola con i confetti segnaposto e il menu davanti al piatto
Michela e Ivan avevano scelto personalmente il ristorante in cui è stato celebrato il ricevimento, un posto molto grazioso con un clima che dava proprio l’idea di stare in una baita gigante!

 

Come dicevo, mi sono trovata molto bene a lavorare per Michela e Ivan, mi sono sembrati subito due ragazzi molto carini, con bei modi, semplici ma ben educati ed un’ulteriore dimostrazione di ciò l’ho avuta il giorno del matrimonio: i loro amici li hanno coperti di deliziose attenzioni, dimostrando loro un affetto grande e sincero, quello delle amicizie forti, non superficiali.
Mentre io scrivo Michela & Ivan si stanno rilassando in viaggio di nozze, non mi resta che augurare loro BUONA VITA!! E ringraziarli per essersi affidati a Le Mille e una Nozze!

Ecco Michela & Ivan





6 Comments

  1. Marzia ha detto:

    Complimenti Ilaria!!! Deve essere stato un matrimonio bellissimo…molto carino il tema del blu e bianco…Diventerò mai così brava???

  2. IloveWedding ha detto:

    🙂 Grazie Elena!!

    Grazie Marzia!! L’importante è che la personalità degli sposi emerga nei dettagli: io li aiuto semplicemente a realizzare i loro desideri!

  3. Marzia ha detto:

    E sei davvero bravissima…mi piacerebbe un giorno poterti incontrare!!!

  4. Strawberryblonde ha detto:

    Che belle foto. Sei bravissima. Io al mio matrimonio ho scelto tutto rosa…il mio vestito faceva molto primavera di Botticelli!

  5. IloveWedding ha detto:

    anch’io ho fatto un matrimonio in cui la sposa adorava il rosa!! il rosa ed i cuori…il trionfo del romanticismo!!! metterò qualche foto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *