Decalogo per lavorare al meglio con il proprio wedding planner, riflessioni ed esperienza

Decalogo per lavorare al meglio con il proprio wedding planner, riflessioni ed esperienza

Ed eccoci all’ultimo post dell’anno, un bel decalogo fatto di esperienze vissute per lavorare meglio con il vostro wedding planner.
Non vi parlerò di bilanci e bilancini anche perché l’avevo già fatto alla fine della stagione dei matrimoni, cioè qui e nemmeno dei buoni propositi per l’anno nuovo perché mi piace stupirvi di volta in volta con idee nuove e non annunciate, oggi desidero tirare le somme di questo anno facendo tesoro di tutte le esperienze condivise con gli sposi per cui ho lavorato per trarre consigli utili a chi si appresta a scegliere il proprio wp e a chi ci sta collaborando in vista dell’organizzazione di un matrimonio del 2015.

1) Scegliete con attenzione il wp a cui affidarvi. Considerate che dovrete trascorrere molto tempo insieme e che sarà presente il giorno delle vostre nozze, quindi non scegliete una persona solo perché ve ne hanno parlato bene se non vi trovate a vostro agio.

2) Considerate che la qualità si paga. Aspettatevi quindi che un professionista più esperto e più affermato possa costare un po’ di più di chi ha appena cominciato. Questo valore in più si trasformerà per voi in esperienza, il wedding planner più esperto avrà maggiori contatti, si saprà muovere con maggiore perizia, saprà gestire gli imprevisti che si presenteranno perché, presumibilmente, ne avrà già affrontati di simili in passato.

3) La vostra wp è umana! Può sbagliare e può avere una vita privata. Se mi scrivete un’email alle 23, dovete anche considerare che potrei non rispondervi fino alle 9 o alle 10 del giorno dopo. Idem vale per i week end, è vero che spesso lavoro e sono disponibile ad incontrare gli sposi, ma a parte gli appuntamenti fissati non sto davanti al pc a controllare le email o rifinire i progetti. Per quelle attività ci sono i giorni infrasettimanali.

4) Il wedding planner non salva vite! Regala emozioni, trasforma i sogni in realtà, riempie di magia contesti a volte anonimi…ma non salva vite umane, quindi non ve la prendete se ogni tanto anche il vostro wp ha bisogno di una pausa. Qualunque persona che lavori ha diritto a pause e vacanze. Il bravo wp condividerà con gli sposi una timeline dell’organizzazione delle nozze spalmata sui mesi che mancano all’evento e poi si organizzerà il lavoro di conseguenza.

5) Come wedding planner io non decido al posto vostro e non faccio “quello che mi pare”! Lavoro per esaltare i vostri gusti e trovare le soluzioni più adatte per rendere speciale il vostro matrimonio.

6) Non lavoro solo quando mi vedete. Dietro ad ogni incontro con voi o con i fornitori ci sono sopralluoghi, telefonate, scambi di email e di immagini, valutazioni di altri fornitori che poi vengono scartati, ricerca e selezione delle soluzioni più adatte…ore ed ore di lavoro che poi si trasformano nell’incontro con voi e nella proposta che vi faccio.

7) Curo ogni matrimonio con precisione ed attenzione. E’ vero che non si tratta del mio matrimonio, ma si tratta del mio lavoro e della mia reputazione, quindi state pur certi che il mio intento è quello di lavorare al meglio per la vostra soddisfazione e per ottenere il miglior risultato possibile…poi vale quanto detto al punto 3) ovvero che sono umana!

8) I miracoli non lo so fare! Se avete un budget di 30mila euro, non aspettatevi un risultato da 100mila! Io cerco sempre di ottimizzare le vostre risorse proponendovi i migliori fornitori e le migliori soluzioni commisurati alla cifra che state spendendo. Ovviamente ciò che vale per il wedding planner in termini di qualità ed esperienza (vedi punto 1), vale anche per tutti gli altri fornitori: qualità ed esperienza si pagano.

9) Non voglio entrare in competizione con le vostre mamme, sorelle, migliori amiche. Ciò io vi propongo non è un “consiglio amichevole”, ma è un “parere professionale” per il quale mi state pagando. Ci sarà sempre qualcuno che vi dirà che “dovreste fare diversamente” o che “non dovete fare per forza tutto quello che vi dice la wp”, ma ciò che io “vi dico di fare” è frutto di esperienza e di complesse valutazioni, non di tentativi casuali e di idee buttate a caso, quindi spesso (ok, non sono infallibile) è la cosa migliore davvero, sotto più punti di vista.

10) Gli inconvenienti ci saranno ma, se avrete un bravo wedding planner, avrete un prezioso alleato per risolverli e non ve ne dovrete preoccupare direttamente. Già, perché per quanto si pianifichi, programmi ed organizzi pensando a qualsiasi dettaglio un imprevisto si può sempre verificare…proprio perché si chiama imprevisto e non si può prevedere! Ma un consulente esperto, con calma e abilità, contando sulla collaborazione di fornitori fidati, potrà risolvere la situazione senza che voi e i vostri ospiti (quasi) ve ne accorgiate!

E con questo non mi resta che augurare un sereno Natale a voi e alle vostre famiglie, quelle nuove, che state per creare e quelle di origine da cui vi state un pochino allontanando ma di cui farete sempre parte: è amore che si moltiplica!
E che il 2015 sia spendente e scintillante!

E’ ancora attiva, fino al 6 gennaio, la promozione di Natale “Regala(ti) la wedding planner“, una buona idea per chi sta per sposarsi ed ha bisogno di un aiuto sui dettagli.

Con affetto per tutto voi che passate di qui,
Ilaria

2 Comments

  1. Claudia Landoni ha detto:

    Buon Natale e Buon Capodanno e arrivederci nel 2015| Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *