stanchezza, ovatta e riflessioni per le spose

stanchezza, ovatta e riflessioni per le spose

Eccomi, lenta, lentissima, un po’ ovattata, con un mal di testa leggero, gli occhi pesanti, ma necessariamente già operativa!!

Questo è stato un week end davvero speciale per le Mille e una Nozze: due matrimoni lo stesso giorno (ok, non è la prima volta, ma è sempre un impegno grande) a 500km di distanza!

Io sono partita venerdì per le Marche, insieme a Nicoletta, collega del progetto Zucchero Filato, per il matrimonio di Francesca e Luca.
Mentre la mia fidatissima collaboratrice è rimasta nel piacentino per il matrimonio di Silvia e Paolo.
Sentire gli sposi il giorno successivo a quello delle nozze, divertiti e soddisfatti, che ti ringraziano per il lavoro svolto è sempre molto appagante…anche se per ottenere un risultato perfetto c’è sempre tanto, tanto lavoro! Ma tanto di più di quel che si possa immaginare.

Nei prossimi giorni vi racconterò dettagli e illustrerò foto dei due matrimoni, ma oggi, in questa dolce pigrizia senza colpa (ho lavorato senza staccare tutto il we, ho guidato per mille kilometri in tre giorni, ho dormito 4 /5 ore a notte per due notti di seguito, oggi mi sento proprio di potermi concedere un po’ di pigrizia!!!!!) voglio condividere qualche riflessione con voi.
Un po’ di tempo fa dicutevo con un collega che affermava “non ci può essere matrimonio senza un wedding planner”…a me pareva un po’ eccessivo! E invece…mi sono ricreduta!

Ecco gli Sposi. Per Silvia, abito Pronovias

Per Silvia e Paolo, il matrimonio al quale io non sono andata, ho seguito solo alcune cose, non l’organizzazione completa; mi sono occupata dei dettagli, dell’atmosfera, di fare o far fare alcuni oggetti difficili da trovare, d’altronde Silvia lavora nella moda ed ha un gusto raffinato, aveva compiuto autonomamente molte scelte ed io l’ho aiutata ad armonizzarle e a gestirle nel giorno delle nozze.
Ecco, questo è il punto.
Non ci può essere un matrimonio senza un regista. Di questo sono assolutamente convinta.
Il giorno delle nozze ci sono talmente tante cose da fare che non si può contare sulla “cortese disponibilità delle amiche”, occorre proprio affidarsi ad un professionista. Per farvi capire vi dico cos’ha fatto la collaboratrice che è stata al matrimonio di Silvia e Paolo:
allestito il tableau ed i segnatavoli,
portato e allestito le bolle di sapone per l’uscita dalla chiesa,
sistemato i libretti messa sulle panche e il cuscino dell’inginocchiatoio, fatto fare apposta come il cuscino delle fedi, con pizzo per richiamare l’abito della sposa,
portato il materiale necessario (e allestito, ma sono in seconda serata) per il tavolo delle bomboniere,
allestito il candy corner, decorando, spostando, sistemando, armonizzando tutti gli elementi,
sistemato le lanterne sul prato
….

E alla fine la sposa mi ha detto: “ho corso tanto per procurarmi tutto questo, ma se mi fossi affidata a te fin dall’inizio, mi sarei stressata molto meno”.

E anche Silvia mi ha raccontato che ha scelto di non affidarsi ad un professionista perchè, all’inizio dell’organizzazione, ha avuto un’esperienza negativa con una “collega”.

Ora, io non penso certo di essere l’unica brava e seria wedding planner in circolazione, tuttavia mi rendo conto che per poche brave e serie, ci sono moltissime wp poco serie, incapaci e/o disoneste…

E’ un vero peccato per questa professione e per tutti gli sposi, soprattutto!!

PS: avevo iniziato il post ieri e l’ho finito solo oggi…la lentezza mi ha abbandonata, ma ci sono ancora una marea di cose da fare….ed i prossimi matrimoni si avvicinano…spero di postarvi presto foto di tanti bei dettagli, per ora…accontentatevi!

Ila

1 Comment

  1. Johnc859 ha detto:

    It is rare for me to uncover something on the web thats as entertaining and intriguing as what you have got here. Your page is sweet, your graphics are great, and whats much more, you use source that are relevant to what youre saying. That you are undoubtedly one in a million, well done! abeegfagcdbd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *