Vademecum per la scelta del wedding planner

Vademecum per la scelta del wedding planner

Ieri sera ho incontrato una coppia di possibili clienti per l’anno venturo.
E così il secondo post sulle location slitta ancora di qualche giorno e vi scrivo qui alcune riflessioni per apiranti wedding planner, wedding planner in erba e anche per spose che siano in procinto di affidarsi ad un wedding planner.

Siamo moltissimi, lo so!
Sto parlando, ovviamente, di noi wedding planner.
Credo che davvero, rispetto a qualche anno fa sia difficile scegliere a chi affidarsi: c’è tanta varietà di scelta, di stili, di costi.

Allora ecco un piccolo vademecum di elementi da considerare nella scelta del proprio wp.

Lo stile: cercate di guardare quante più foto possibili di matrimoni/eventi fatti dal wp cui state pensando di affidare le vostre nozze.
Lo stile di un wp si deve riconoscere nell’eleganza, nella precisione, nell’armonizzazione degli elementi…non sempre nel gusto.
Il gusto prevalenete di un matrimonio deve essere quello degli sposi! Non il mio!
Non importa che nel book che state guardando ci sia un matrimonio perfettamente identico a come desiderate il vostro.
Dovrete considerare che il wp sia flessibile, riesca a realizzare al meglio matrimoni con temi diversi.

A me è successo di allestire dei matrimoni che non mi piacessero!
Vuoi per il colore scelto, vuoi per il tema, vuoi per il gusto un po’ barocco degli sposi…(non dirò quali nemmeno sotto tortura, sia chiaro!) però ho svolto il mio lavoro al meglio, interpretando la volontà della coppia che si era affidata a me.
Credo che in certi casi questo tipo di flessibilità sia indispensabile per soddisfare le coppie per le quali lavoriamo.

Naturalmente un bravo wp deve avere un proprio gusto spiccato, deve avere idee chiare sulle mode e sugli accostamenti, però il nostro ruolo è quello di consigliare, mai di imporre!

La disponibilità: un wp deve essere disponibile a lavorare il sabato, la domenica, nelle feste comandate e la sera. Difficilmente un wp vi dirà che non lo è, ma Voi, coppie di sposi, potete metterlo alla prova valutando anche la disponibilità a venire incontro alle vostre esigenze, se avete sentore di avere a che fare con una persona che non si vuole spostare dal proprio studio, accendete un campanello d’allerta!

La serietà: un wp che non faccia fattura, che non vi faccia firmare un contratto e/o non vi chieda un acconto, che faccia troppi lavori insieme (catering + flower designer + confettiere), che cerchi di imporre i propri fornitori anche se voi ne avete di vostri, che vi dica che lavora “gratis” non è una persona seria.
E se non è seria con se stessa, non lo sarà nemmeno con voi.

La socialità e la comunicabilità: nell’era ipertecnologica in cui siamo, è facile trovare informazioni su tutto e su tutti. Un wp che sia aperto alla tecnologia e che sia capace di utilizzare strumenti di comunicazione per tenere i contatti con clienti e colleghi avrà certamente punti a proprio favore. Navigate attentamente il suo sito internet e cercate il wp che state per scegliere su facebook, linked in, twitter: scoprirete di lui/lei cose interessanti, vi avvicinerete al suo mondo, avrete maggiori elementi per valutare il suo operato.

L’aspetto: lo so, suona malissimo! Tuttavia un wp che si vesta male, che non dimostri gusto, che si abbigli in modo eccentrico o che sia sciatto e trasandato, non è un buon wp! Io ne sono convinta!  
E non lo dico per classismo o snobberia, lo dico perchè un wp è un professionista che deve fare della sua immagine e del suo buongusto parte fondamentale di una professione.
Sia ben chiaro non sto facendo un discorso di griffe (un wp non guadagna così tanto da potersi permettere un guardaroba firmatissimo ;)) ma di eleganza, di sobrietà, di gusto.

La pelle: ebbene sì, mi rendo conto che a parità di tutti i requisiti elencati sopra, alla fine è fondamentale che con il proprio wp si instauri feeling, sintonia…la scelta del wp è una questione di pelle, di simpatia, di empatia e di fiducia.

Lettrici, spose, colleghe, trovate abbia tralasciato qualcosa?

Per accompagnare questo post, ho scelto le immagini di un matrimonio di un blog che ho scoperto solo recentemente e che trovo delizioso: Southern Weddings.
Di questo matrimonio ho apprezzato soprattutto l’allestimento floreale ed il punto di rosa antico usato per le damigelle ed il bouquet,  oltre al candy corner con le lavagnette!

Buon week end a Tutti,
Ila

2 Comments

  1. evenths ha detto:

    ciao, se mi posso permette aggiungerei una cosa, anche se il suo compito è realizzare i vostri desideri, non deve aver paura di dirvi quando sarebbe meglio evitare alcune cose…per il resto concordo in pieno !!!!!

  2. Certo che puoi Cara, anzi mi fa solo piacere!
    Sì, in effetti un brava wp deve guidare gli sposi nelle scelte e dire qualche no!!
    Giusto ieri sera dicevo a questa ragazza che so che ci sono in giro un sacco di cose belle e ad una sposa verrebbe voglia di realizzare tutto ciò che vede, però in questo caso bello + bello + bello non è = bellissimo, ma molto spesso = accozzaglia!! Quindi qualche “no” fermo va detto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *