L’ufficio del wedding planner

Buongiorno Amiche del blog,
dato che molte delle lettrici che mi seguono sono interessate alla professione di wp e che anche durante le vacanze di Natale ho ricevuto diverse lettere e CV, ho deciso di dedicare alcuni post alla professione del wedding planner ed ai suoi vari aspetti, anche a quelli meno noti.

Premessa, parlerò della realtà che meglio conosco, quella di una piccola agenzia come la mia, composta unicamente dal titolare, libero professionista, che dispone di uno studio/laboratorio ma che non effettui vendita (né di oggettistica/partecipazioni/bomboniere, nè atelier di abiti da sposa).

Cercherò in questa rubrica di analizzare, volta per volta, tutte le mansioni ed i loro significati, sperando di fornire indicazioni utili a tutti coloro che si avvicinano a questa attività con la volontà di intraprenderla seriamente ed in modo professionale, quindi guadagnandone com’è giusto si faccia con un qualsivoglia lavoro.

 



Nella mia agenzia, qualche altra volta l’ho già scritto anche nel blog, sono tutto io!
Sono il titolare, il manager, l’account, il direttore creativo, l’amministratore finanziario, l’IT manager, la segretaria e pure la signora delle pulizie 😉

Comincerò dall’inizio, ovvero trattando un aspetto logistico ed essenziale: l’UFFICIO.

So che non è una mansione vera e propria, ma è fondamentale per iniziare qualunque attività.

Per fare il wedding planner non è indispensabile avere un ufficio con vetrine o aperto al pubblico se non su appuntamento. Questo è un dato di fatto che sperimento sulla mia pelle, tuttavia, il lavoro necessita di uno spazio dedicato e ordinato.


Chi legge il blog più assiduamente sa che lo scorso settembre ho cambiato casa. 
Dove vivevo prima, possedevo uno studio grande dedicato alla mia attività, con un ingresso indipendente e dove potevo ricevere i clienti.

Ora, sono tornata a vivere nella mia amata Milano, dove, si sa, gli spazi sono super preziosi ed allo studio ho dovuto rinunciare. Tuttavia, ovviamente, ho necessità di avere in casa uno spazio per poter lavorare.  
Per qualche mese ho lavorato in salotto: di giorno mi portavo tutto il necessario sul tavolo da pranzo e la sera rimettevo in ordine (ok, non proprio tutte le sere!). E’ stato un disastro!
 


Così, in questi giorni di ripresa dopo le vacanze, mi sono ricostruita una mini postazione di lavoro che, proprio perché piccola, deve essere super efficiente ed organizzata.

Per la mia attività il computer ha un’importanza di centomilamilioni di importanze! Io passo al pc 10 ore al giorno, leggo, scrivo, faccio ricerche. Quindi il pc ha una posizione centralissima nel mio ufficio, ma io sono anche un’amante della carta, mi piace scrivere a penna, colorare, evidenziare, attribuire importanza alle parole con segni e colori, così, accanto al pc ho portapenne ricolmi e le cartellette cartacee dei matrimoni che sto seguendo.
Chiuse nell’armadio alle mie spalle, decine di scatole ikea piene di ogni tipo di oggetti utili (o potenzialmente tali): vasi, confetti, scatolette di ogni foggia, nastri di mille colori, campioni delle carte più stravaganti, depliant raccolti in anni di fiere, raccoglitori con schede di location, faldoni con tutti i documenti burocratici di attività, ritagli di giornali, libri, libri, libri.

Non serve uno spazio grande, per fare il wedding planner, ma serve tanto spazio, questo sì, per poter stoccare tutti i materiali che prima o poi vengono utili. Il fatto positivo è che questo tanto spazio può essere anche un po’ sparpagliato qua e là, che non è tanto comodo, ma almeno è possibile! 



Nessuno di quelli fotografati è il mio ufficio, ahimè! 
Spero di renderlo presto più carino e presentabile, adatto ad essere fotografato qui 😉 

Buona giornata a Tutti e…buon lavoro, qualunque esso sia! 
Ila

5 Comments

  1. Claudia ha detto:

    Bentornata e ben rigenerata! ho letto tutti insieme gli ultimi tre post perché anch’io, per vari motivi, sono stata per un po’ meno vicina al pc.
    Sono curiosa di vedere la tua postazione di lavoro, quando sarà ultimata! …scommetto molto prima della mia scraproom… Felicissimo 2013!

  2. Claudia ha detto:

    …tra i propositi per il nuovo anno, potresti inserire questo? Togliere le parole di verifica nei commenti!!! …per dimostrare di non essere robot ogni volta viene il dubbio di avere turbe visive di vario tipo e si corre il rischio di annodarsi le dita nella tastiera 🙂 ah ah ah …io ho inserito la moderazione dei commenti per evitare spam e messaggi commerciali… Grazie!

  3. Ciao Claudia! Buon anno anche a te!!! Sono passata a vedere il tuo ultimo matrimonio…che chic quel bianco e argento!!
    Sto rifacendo il look al blog, prometto che toglierò anche le parole di verifica!
    Grazie del suggerimento. Un bacione, a presto, da me o da te!
    Ila

  4. […] pagine virtuali, dedicata a tutti coloro che vogliono diventare wedding planner, il primo post era questo. Mi ero ripromessa di aggiornarla di frequente illustrando tutte le doti, le dotazioni e le […]

  5. doudoune moncler ha detto:

    The third thanks wife to love me, probably you aren’t the first person who loves me in my life.But you are absolutely the last, also the best a.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *